Dropshipping

Stai pensando di avviare un e-commerce, quindi un’impresa operante sul web con la finalità di vendere dei prodotti? Ti piacerebbe farlo, ma non vuoi o non puoi gestire tutta la parte dei fornitori, dello stoccaggio delle merci e del magazzino e della logistica delle spedizioni? Se la risposta a tutte queste domande è affermativa, potrai trovare una valida soluzione nel dropshipping. Di cosa stiamo parlando? Di una vendita online dove chi gestisce lo shop, non ha un magazzino di prodotti perché i prodotti sono immagazzinati presso le strutture del fornitore che, sotto richiesta del venditore che ha ricevuto un’ordine da parte di un cliente, invia direttamente a quest’ultimo le merci desiderate. Vediamo insieme nel dettaglio cos’è e come funziona il dropshipping.

Traducibile alla lettera dall’inglese con “spedizione a goccia”, il dropshipping altro non è che la vendita che avviene usando come tramite uno shop non fornito di un suo magazzino interno, quindi dove il venditore non ha in carico direttamente le merci proposte. Tali prodotti rimangono quindi presso le strutture del fornitore, che in alcuni casi coincide con il produttore, chiamato dropshipper, fino a che un cliente non ne fa richiesta effettuando un ordine presso l’e-commerce.

Come funziona il dropshipping

Eccos spiegato come funziona il dropshipping

I compiti del fornitore e del dropshipper

Sicuramente starai pensando, se ancora non conoscevi il funzionamento del dropshipping, che è una metodologia interessante per vendere online, soprattutto per il vantaggio di non dover fare grossi investimenti in scorte di prodotti, con il rischio che questi rimangano invenduti. In effetti, uno dei vantaggi principali del dropshipping è proprio questo, perché i rischi correlati al magazzino, ed i relativi costi fissi, sono a carico del fornitore.

Con il presupposto che di tutta la parte logistica si occupa quindi il fornitore/produttore, a te rimarranno dei compiti ben precisi da svolgere:

  • pubblicare e di conseguenza vendere i prodotti del fornitore da te scelto, o sul tuo e-commerce, o sui vari market place, Amazon o Ebay giusto per citare i più famosi;
    vendere i prodotti con conseguente incasso da parte del cliente finale;
    inviare l’ordine ricevuto dal cliente al tuo fornitore, indicando ovviamente i dati del destinatario, perché ovviamente il fornitore dovrà poi spedire i prodotti;
    emettere fattura della vendita con relativo incasso;
    pagare il fornitore con l’importo pattuito preventivamente.

Se ti stai domandando se cambia qualcosa a livello burocratico e/o fiscale, tra l’apertura di un tradizionale shop online ed uno in dropshipping, la risposta è negativa. Sotto questi aspetti non ti cambierà nulla, fin dall’apertura della necessaria partita IVA.

I problemi del dropshipping

Ovviamente il dropshipping non è tutto rose e fiori come molti sono portati a pensare, e come potresti aver fatto tu leggendo queste prime righe. Paradossalmente, la grande forza del drop, cioè quella di non dover avere necessariamente il prodotto tra le mani, quindi nel tuo magazzino, risulta essere anche il suo tallone di Achille. Non ti preoccupare, l’intento non è quello di spaventarti o di scoraggiarti dall’iniziare la tua attività in dropshipping, ma tutto l’opposto, cioè farti capire come fare le scelte giuste.

Proprio per ovviare ad una serie di problemi tipici di questa metodologia di vendita online infatti, come potrai leggere tra poco, la scelta del giusto fornitore dropshipper risulta probabilmente la più importante che andrai a fare per svolgere al meglio la tua attività, ed ottenerne il maggior profitto possibile.
Tra i problemi più comuni, possiamo trovare:

  • il basso margine di profitto: nel caso di una vendita al dettaglio, il fornitore spedirà una singola o comunque poche unità del prodotto al cliente. Dal momento che anche il fornitore stesso dovrà avere il suo utile, e che le spedizioni hanno un costo, il margine a te riservato rimane piuttosto ristretto, attorno al 15/20%, al quale dovrai ovviamente sottrarre i costi di gestione correlati alla tua attività. Dovrai tenere presente inoltre che alcuni fornitori richiedono una fee d’ingresso per poter disporre del loro catalogo.
    descrizioni dei prodotti uguali per tutti coloro che accedono al catalogo, rendendoti uno dei tanti nel mare degli e-commerce. Capire le giuste politiche di prezzo, non necessariamente al ribasso, aumentando il valore percepito dal cliente (che ricordiamo non sempre va di pari passo con il valore reale del prodotto) con una corretta campagna di marketing, risulta quindi essenziale.
    la mancanza di controllo sui prodotti. Ricorda che non avendo il prodotto tra le mani, non potrai controllare la spedizione e tutto quello che ci gravita intorno, come l’imballo, e l’etichettatura. Con questo presupposto, non ti sarà semplice fare correttamente del branding, quindi dare una vera e propria identità al tuo marchio.
    la gestione dei resi: correlata al punto precedente, sulla mancanza di controllo dei prodotti, c’è anche l’eventuale gestione dei resi. Dovrai mettere in conto di avere il massimo supporto possibile dal tuo fornitore, che deve intervenire in tempi rapidi ed in maniera efficiente, mentre a te rimarrà di “sorbirti” le ire del cliente.

L’importanza della scelta del giusto dropshipper

Dal momento che la tua figura sarà esonerata di tutti quei “pesi” descritti precedentemente, soprattutto quelli collegati alla gestione ed ai costi di magazzino, due scelte che dovrai fare oculatamente per la riuscita del tuo negozio online, sono quelle inerenti al prodotto da vendere ed al dropshipper, che dovrà essere in grado di risolvere tutti gli eventuali problemi elencati.

In merito ai prodotti da vendere, dovrai “respirare” con calma e valutare su quali concentrare i tuoi sforzi di marketing. L’ideale sarebbe ottenere un contratto di esclusiva con il fornitore, dove tu sarai l’unico a poter vendere quel determinato prodotto sollevandoti dalla mischia dei concorrenti che giocano al ribasso sui prezzi. In ogni caso, il consiglio è di valutare attentamente la nicchia a cui andrai a rivolgerti per “proporre” il tuo prodotto, quindi se effettivamente è ricercato. Insomma, per dirla in parole semplici, dovrai fare una corretta analisi di mercato. É molto facile scegliere il fornitore sbagliato e ritrovarsi in una situazione non piacevole durante la tua strategia di dropshipping.

Il dropshipper corretto è quello che risolve i problemi

Per quanto riguarda invece la scelta del dropshipper, tieni presente che di fornitori è pieno il web, ma di fornitori che lavorano correttamente, hanno un vasto catalogo di prodotti selezionati e che ti forniscono tutti gli strumenti per lavorare al meglio, un po’ meno. A tal proposito, anche per rassicurarti su questa delicata fase, parleremo di uDroppy, fondato da veri esperti sia nel campo degli e-commerce che dell’affiliate marketing. La piattaforma, creata in modo da risolvere tutta quella serie di problemi tipici del drop-shipping descritti precedentemente, ha effettivamente dato modo a migliaia di persone di lavorare correttamente, sollevandosi da tutti i pensieri in merito all’avvio dell’attività, in pochi clic.

uDroppy: la piattaforma di dropshipping pensata per risolvere i tuo problemi

Il catalogo di prodotti presente su uDroppy, è il medesimo (vastissimo) di Aliexpress, quindi ci potrai trovare davvero di tutto, compresi anche i prodotti più “particolari” destinati ad una clientela adulta. Rispetto al noto Aliexpress però, uDroppy riesce ad offrire molto spesso prezzi più competitivi e spedizioni di gran lunga più veloci, il tutto senza rinunciare alla qualità dei prodotti. Ciò che ti lascerà ulteriormente e positivamente colpito però, sarà proprio il fatto che con pochi clic potrai integrare al meglio tutti i tuoi processi, automatizzandoli. Da sottolineare anche il servizio assistenza offerto dagli Ecom Manager, che potrà aiutarti a far partire e decollare il tuo business, disponibile anche in italiano.

udroppy

Il sito ufficiale di Udroppy

Assistenza, branding e logistica

In merito alla necessaria assistenza di cui probabilmente avrai bisogno, e considerando tutti i punti degli eventuali problemi del dropshipping, è da evidenziare come uDroppy metta a disposizione un E-com manager personale. Quello che sarà sostanzialmente il tuo assistente virtuale, ti aiuterà a costruire il tuo negozio ed in un secondo momento ad ampliarne le potenzialità. Il fare riferimento sempre alla stessa persona, tra l’altro, ti mette in condizione di non dover rispiegare da capo ogni volta il problema ad un operatore differente. Ho personalmente provato il servizio diverse volte e fatto alcune chiamate Skype e sono molto disponibili.

Problematiche correlate al dropshipping che udroppy risolve

Tra le varie problematiche evidenziate correlate al dropshipping, abbiamo citato la difficoltà di effettuare un corretto branding, quindi di un immagine, quella della tua attività, al prodotto da te trattato. Quando il cliente sarà in grado di identificarti, acquisterà fiducia nella tua attività, e se sarà rimasto soddisfatto del prodotto, sarà un cliente che tornerà a comprare. Per ovviare all’essere dei venditori anonimi, tipico del dropshipping, uDroppy ti mette a disposizione l’interessate possibilità di un’etichetta bianca, che potrai quindi personalizzare con il tuo logo, un tuo slogan o con qualsiasi cosa che possa far riconoscere alle persone chi sei, e di personalizzare persino il packaging.

Struttura logistica di uDroppy

La struttura logistica di uDroppy tra l’altro, ti consentirà di non perdere vendite nel qual caso tu possa ritrovarti tra le mani, sogno di molti, un grosso cliente che necessita di una grossa fornitura di un determinato prodotto. Questo significa che il dropshipper in questione, è in grado anche di gestire ordini all’ingrosso, riuscendo a soddisfare anche le richieste e le esigenze più complesse. In ogni caso, ricorda sempre che per qualsiasi problematica, il tuo e-com manager sarà a disposizione.

I punti di forza di udroppy contro altri servizi di dropshipping

Ora voglio spiegarti meglio come udroppy ti aiuta a fare dropshipping in maniera professionale e senza avere il duppio che i tuoi prodotti arriveranno oppure no al cliente. Vediamo su cosa sono forti realmente:

  • One click-fulfilment (significa che pui inviare l’ordine con un click e dovrai pensare a nulla)
  • On-Demand Product (Non devi un il magazzino e puoi richiedere anche un solo prodotto alla volta)
  • Personal e-com manager (Hai una persona che ti segue per sempre)
  • White-Label (Puoi richiedere che i pacchi da udroppy vengano inviati al cliente con il tuo logo!)
  • Fast Worldwide shipping (spedizione veloce in tutto il mondo sempre tracciata)
  • Bulk order option (Ti permette di inviare un ordine con molti prodotti)
  • Virtual Funds (Puoi ricaricare il tuo conto cosi da avere sempre crediti disponibili e inviare il tuo ordine a udroppy in modo immediato)
  • Automatic Invoice (Vengono create le invoice in automatico a seconda del tuo ordine)

Insomma hai veramente tutto quello che ti serve per lavorare bene con il dropshipping.

In conclusione Dropshipping

Il dropshipping, come avrai potuto intuire, è una possibilità di business online davvero interessante, perché a fronte di investimenti esigui, seppur non nulli, avrai l’opportunità di avviare una vera e propria attività commerciale sul web ad alti profitti, non preoccupandoti di tutta una serie di incombenze tipiche di coloro che aprono un e-commerce tradizionale.

Come abbiamo visto però, anche questa metodologia di vendita porta con sè dei problemi (ricorda che dove c’è un prodotto, ed un cliente, il problema è sempre in agguato), correlati al fatto di non avere in magazzino i prodotti seppur questa sia anche la forza del dropshipping stesso. Come hai potuto leggere però, ad ogni problema esiste una soluzione, e tale soluzione potresti trovarla appunto in uDroppy ed in tutti i servizi offerti, che ti permetteranno di avventurarti in maggiore tranquillità nei meandri del commercio online, avendo al tuo fianco un partner “fedele” e competente.

Ora ti consiglio ti crearti un account gratuito su udroppy.com

Iscriviti alla Newsletter!